trovare sollievo dal dolore

Soffrire di emorroidi è molto comune nella società di oggi: la ricerca mostra che quasi un terzo della popolazione degli Stati Uniti ha sofferto le emorroidi ad un certa età. Tutti sono inclini a sviluppare questo tipo di disturbo. Il primo importante sintomo è il dolore causato dalle emorroidi. Questo crea una sensazione molto scomoda per il paziente che impedisce di svolgere tranquillamente le normali attività quotidiane, anche quelle più semplici come stare seduti, in piedi e defecare. La corretta conoscenza della malattia è la chiave per la prevenzione e la corretta gestione per coloro che hanno sviluppato la malattia.

Quali sono le cause?

Emorroidi e vene varicose sono simili tra loro ed entrambe sono causate dagli stessi fattori. I rischi che una persona corre di sviluppare le emorroidi sono determinati dal patrimonio genetico, la gravidanza, la prolungata posizione seduta o in piedi, il sollevamento di pesi, lo sforzo durante la defecazione e la pressione venosa eccessiva.

I sintomi delle emorroidi. Esse sono caratterizzate da sanguinamento, prolasso, disagio anale, prurito, dolore e scarico anale.Il dolore causato dalle emorroidi è dovuto ai nervi somatici che si trovano nella zona anale che risponde al gonfiore e all’infiammazione delle vene. La zona anale è molto sensibile alle vibrazioni, alla temperatura, agli stimoli nocivi. Il dolore è descritto come continuo, forte; tipico è il bruciore.

Quali sono i trattamenti per alleviare il dolore?

Ci sono molti diversi trattamenti chirurgici e non chirurgici per le emorroidi. Quelli non chirurgici consistono in cure prescritte da un medico: emollienti delle feci, riposo a letto, dieta di fibre, e farmaci per alleviare il dolore causato dalle emorroidi.Altri metodi utilizzati per il trattamento dei sintomi delle emorroidi comprendono: coagulazione a infrarossi, scleroterapia, diatermia bipolare, crioterapia, terapia corrente diretta e la legatura di un elastico gomma, che è considerato come la terapia più comunemente usata negli Stati Uniti.

Il trattamento più comune per le emorroidi di primo e secondo è la legatura gomma. Questo trattamento consiste in una procedura non chirurgica ed è ampiamente praticata; tuttavia, alcune complicazioni come gonfiore locale, dolore, fecale e la frequenza urinaria sono stati riportati dopo aver subito la procedura. Nelle procedure che comportano l’applicazione di bordi multipli, i sintomi sono più frequenti e il dolore dopo la procedura è segnalato dal 91% dei pazienti.

Ci sono anche altre procedure chirurgiche che possono essere fatte per il trattamento di questa condizione, come l’emorroidectomia eccesionale. Tuttavia, la maggior parte dei pazienti ha scelto di non sottoporsi a questa procedura a causa del periodo di recupero doloroso e lungo. Il dolore dopo l’intervento è il motivo principale per cui la maggior parte dei pazienti scelgono di non avvalersi di tale cura.

Una nuova tecnica chiamata emorroidectomia pinzata: questo è molto meno doloroso, anche se è sempre un metodo chirurgico ed è di solito indicato per le emorroidi di terzo grado. Ma un’ulteriore valutazione dei risultati a lungo termine è ancora in corso.
Ci sono ifine molti altri trattamenti disponibili per alleviare il dolore delle emorroidi, ma bisogna tenere presente che ci sono alcune limitazioni. Quindi, affrontate i metodi disponibili con il vostro medico: a parte l’obiettivo di ridurre il dolore, è necessario considerare anche la sicurezza, la convenienza e anche il costo della procedura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *